Rischi per l’udito: smartworking e auricolari

Rischi-per-l'udito-smartworking-e-auricolari-udito center- centro per l'udito-centro acustico

Rischi per l’udito: smartworking e auricolari

Rischi per l’udito: volume del suono, durate dell’esposizione al suono e igiene degli auricolari. Ecco alcuni consigli per non avere problemi di udito.

A causa dell’emergenza coronavirus tutti stiamo vivendo un tempo ipertecnologico, che quasi ci obbliga ad essere sempre connessi. Le riunioni di lavoro, le lezioni scolastiche, gli appuntamenti con specilaisti e medici sono diventati digitali. Trascorriamo ore a conversare davanti al monitor di un pc o di un cellulare con amici, parenti, pazienti, colleghi, utilizzando il più delle volte cuffie o auricolari.

L’uso prolungato di cuffie ed auricolari, a qualsi età, potrebbe comportare rischi per l’udito.

Oggiaa causa dell’isolamento domiciliare, famiglie intere sono costrette al telelavoro e i giovani studenti a seguere le video lezioni. L’uso delle cuffie e degli auricoloari diventa fondamentale. Un utilizzo intenso e prolungato di auricolari e cuffie, senza le dovute precauzione, può danneggiare il nostro udito.

Quali sono i fattori di rischio per il nostro udito?

Due sono i fattori che rischiano di compromettere la nostra capacità uditiva. Il primo si riguarda la forza del suono che dagli auricolari arriva al nostro orecchio, il secondo la durata della conversazione.

Quali sono i consigli da seguire per evitare danni all’apparato uditivo?

Per evitare danni all’apparato uditivo, senza rinunciare a comunicare, basta seguire piccoli accorgimenti. Il primo consiglio: regolare il volume del proprio computer o smartphone al 60%, per una durata complessiva di 60/90 minuti con una pausa di 15 minuti, ovviamente dove è possibile, altrimenti alternando con un orecchio per volta. Il secondo consiglio: utilizzare cuffie esterne in quanto il suono, che arriva da questo device, è molto più dolce e meno traumatico per la menbrana del timpano, rispetto ai classici auricolari e cuffie, e quindi comporta meno rischi per l’udito. Terzo consiglio: pulizia quotidiana dei dispositivi auricolari. È importante igienizzare e disinfettanre ogni giorno le cuffie e gli auricolari, in quantot posso essere veicolo di batteri. La pulizia è fondamentale per evitare infiammazioni dell’apparato uditivo e dell’orecchio. Inoltre, è sconsigliato, sempre per motivi di igiene e di salute, condividere gli stessi auricolari.

È opportuno ricordare, che in caso di perdite di udito importanti è necessario effettuare un controllo dell’udito rivolgendosi al proprio otorino o audioprotesista.